Oops! It appears that you have disabled your Javascript. In order for you to see this page as it is meant to appear, we ask that you please re-enable your Javascript!

Le infezioni urogenitali le possiamo suddividere, a seconda dell’area anatomica coinvolta in orchite, epididimite, prostatite, uretrite e cistite.

ORCHITE

L’orchite rappresenta l’infiammazione del testicolo. Quasi sempre l’infiammazione è sia del testicolo che dell’epididimo, per questo motivo si parla generalmente di orchi-epididimite. Solo nell’orchite secondaria a parotite epidemica (orecchioni), non si riscontra l’infiammazione dell’epididimo.

EPIDIDIMITE

L’epididimite è l’infiammazione dell’epididimo, una struttura adesa al testicolo (didimo) che accoglie gli spermatozoi  per la maturazione finale. Generalmente, questo tipo di infezione è causata da una malattia sessualmente trasmessa come Clamidia e Gonorrea. Altre cause possono essere prostatiti o uretriti non curate che si sono cronicizzate o infezioni secondarie alla permanenza di un catetere vescicale.

PROSTATITE

La prostatite rappresenta l’infiammazione della prostata e dei tessuti circostanti. Esistono diverse tipologie di prostatite: batterica acuta, batterica cronica, abatterica cronica e asintomatica. La forma acuta è quella più comune e si manifesta con sintomi cosiddetti irritativi come bruciore alla minzione, minzioni frequenti con fuoriuscita di scarsa urina e urgenza minzionale.

URETRITE

L’uretrite è l’infiammazione dell’uretra. Nell’uomo l’uretrite può essere la conseguenza della permanenza di catetere vescicale, il praticare sesso anale non protetto o di malattie sessualmente trasmesse. Anche interventi all’uretra che possono determinare stenosi, sono causa di uretrite.

CISTITE

La cistite rappresenta l’infiammazione della vescica urinaria. Le cause possono essere quelle viste fino ad ora oltre all’ipertrofia prostatica benigna. Un mancato completamento vescicale può determinare il ristagno di urina che può favorire la formazione batterica.

Chiama ora