Oops! It appears that you have disabled your Javascript. In order for you to see this page as it is meant to appear, we ask that you please re-enable your Javascript!

Per disfunzione erettile si considera la persistente o ricorrente incapacità a raggiungere e/o mantenere un’erezione sufficiente per avere un rapporto sessuale soddisfacente.

FATTORI DI RISCHIO

  • fattori organici modificabili: abitudine al fumo, abuso di alcool, obesità, sedentarietà, uso di sostanze stupefacenti, farmaci
  • fattori organici non modificabili: diabete mellito, malattie cardiovascolari, patologie neurologiche, chirurgia pelvica in particolare la prostatectomia radicale, cause anatomiche (Induratio Penis Plastica, traumi, esiti di priapismo a basso flusso, ecc,), insufficienza renale, epatopatie, ipogonadismo, ipertrofia prostatica benigna
  • fattori relazionali
  • fattori intra-psichici

PERCORSO DIAGNOSTICO DELLA DISFUNZIONE ERETTILE

  • anamnesi e valutazione sessuologica
  • esame obiettivo
  • esami di laboratorio
  • indagini ecografiche specialistiche

 

TERAPIA

  • terapia orale: la somministrazione degli inibitori della PDE-5 (sildenafil, tadalafil, vardenafil e avanafil) rappresenta la prima linea terapeutica per la disfunzione erettile. Sono considerati farmaci sicuri e ben tollerati per la maggior parte dei pazienti
  • vacuum device: sono dispositivi meccanici, di semplice utilizzo, che sfruttando il vuoto creato da una pompa, determinano un’erezione grazie al richiamo del sangue nel pene
  • onde d’urto a bassa intensità (LI-ESWT): in abbinamento alla terapia con gli inibitori della PDE-5, permettono di raggiungere un’erezione valida per la penetrazione
  • prostaglandina: nei pazienti che non rispondono o rispondono male alla terapia orale, si può somministrare un vasodilatatore sottoforma di gel intrauretrale o come iniezione intracavernosa. Quest’ultima modalità di somministrazione viene anche utilizzata per effettuare l’ecocolordoppler penieno dinamico, esame principale nel percorso diagnostico della disfunzione erettile
  • protesi peniene: quando con l’ausilio di terapie mediche o fisiche (es. vacuum device), la disfunzione erettile, non trova una soluzione, essa può essere definitivamente risolta con l’impianto di una protesi peniena. Attualmente vengono impiantate protesi gonfiabili a tre componenti di ultima generazione, che hanno un’ottimo risultato estetico e funzionale. L’intervento chirurgico dura circa un’ora e viene eseguito presso una Clinica di riferimento a Napoli. La dimissione, salvo particolari casi, avviene dopo 1-2 giorni dall’intervento

 

Pensi di avere disturbi dell’erezione? Rispondi alle domande del questionario IIEF-5 (International Index of Erectile Function Questionnaire) che trovi su questo sito, un rapido strumento di autovalutazione della funzione sessuale maschile.

 

Bibliografia

McCabe MP, Sharlip ID, Atalla E et al. Definitions of sexual dysfunctions in women and men: a consensus statement from the fourth international consultation on sexual medicine 2015. J Sex Med 2016, 13: 135-43.

 

Le informazioni riportate in questo sito hanno solo uno scopo informativo. In nessun caso possono costituire la prescrizione di un terapia o sostituire la visita andrologica e il rapporto diretto con il proprio Medico.

Chiama ora